La nostra filosofia

Tutta la nostra vita ruota attorno agli animali. Non è esattamente uno stile di vita normale ma ci piace così. Quanto vi racconterò vi chiarirà il perchè di questa frase. 

I gatti hanno la priorità su tutto il resto, soprattutto i cuccioli che ovviamente sono più bisognosi di attenzione. E' molto importante osservare più volte al giorno il comportamento dei gatti, in modo da notare subito se c'è qualcosa che non va. Tutti i nostri mici vivono in casa, il secondo piano della casa è dedicato a loro, sono suddivisi in stanze per evitare litigi o accoppiamenti non autorizzati. Abbiamo un veterinario di fiducia che ci segue sempre e ci consiglia in caso di bisogno; in studio andiamo per fare le lastre o le ecografie alle mamme, per visite di routine, ma soprattutto per visitare vaccinare e far mettere i microchip ai cuccioli. 

La routine e gli imprevisti

Ogni giorno, due volte al giorno, diamo da mangiare a grandi e piccini; ai cuccioli e alle mamme in lattazione diamo una quantità maggiore perché hanno un fabbisogno più alto.

Poi bisogna fare il "girosabbie" ovvero fare la pulizia delle lettiere distribuite sui 3 piani di casa, controllare bene lo stato di salute e l'atteggiamento dei gatti, verificare che mangino regolarmente e che abbiano fatto i loro bisogni. Sistemare l'eventuale disordine che i delinquenti hanno creato durante la notte, passare l'aspirapolvere e  pulire se hanno sporcato. Poi può esserci chi deve prendere medicine e quindi va somministrata la terapia.

Spesso le nostre giornate finiscono anche alle due di notte, a seconda di che problemi si presentano. L'imprevisto è sempre dietro l'angolo e bisogna mettere in conto di tutto. Mi è capitato di dover allevare i cuccioli da sola perché magari la mamma non poteva allattare, questo vuol dire dare il biberon ogni due ore ai cuccioli, ma non solo. Il cucciolo non è capace di fare i suoi bisogni autonomamente e quindi bisogna aiutarlo come se fossimo la sua mamma, munendosi di un batuffolo di cotone e picchiettando gli sfinteri; a volte non basta solo il cotone ma ci vuole un goccio di acqua tiepida che lo stimoli, la cosa più simile ad una lingua di mamma gatta. E' capitato che per problemi di parto la mamma non seguisse a dovere i suoi cuccioli, a volte è colpa dell'inesperienza oppure dell'eccessiva lunghezza del parto. Quindi appena nati non li libera dalla placenta e non li pulisce, oppure poco dopo li lascia al freddo. I cuccioli neonati si raffreddano molto in fretta e se non si asciugano subito sono soggetti a ipotermia, anche perché non possiedono la capacità di termoregolazione e per questo vanno messi accanto ad una fonte di calore. E' indispensabile quindi avere in casa un termoforo per evitare incidenti. 

L'educazione dei cuccioli

Tutte le cucciolate nascono in camera da letto con me, ciò è indispensabile per poter seguire la mamma durante il parto e assisterla in caso di necessità, a qualunque ora del giorno o della notte. So che può sembrare bizzarro, ma ci tengo molto ad essere presente e poter aiutare le mie gatte a stare serene. Durante il parto alcune femmine mi cercano e chiedono conforto o aiuto, altre preferiscono nascondersi nella loro scatola e fare per conto loro. Ho trovato pratico mettere una grossa conigliera sul lato del letto dove non dormo per avere la madre vicina a me e comoda da aiutare. Durante le prime settimane di vita li controllo e li manipolo per far sì che da grandi siano abituati all'uomo e alle carezze. Gli parlo ogni giorno, soprattutto quando iniziano ad aprire gli occhi e quindi a sentire i suoni e le voci. Infatti anche mamma gatta comincia ad emettere un piccolo gorgoglio appena entra nella cuccia, così da farsi sentire e riconoscere. Per avere un cucciolo correttamente socializzato è importante dargli le giuste attenzioni durante tutta la sua crescita, fino ai tre mesi.

Contatti

Telefono

3397058270

Email

Titolare Barberis Miriam

Cod Fisc BRBMRM80C64D969J

P.IVA 02913690349

Sede Legale

Via della Repubblica 53

43051 - Albareto (PR)

Copyright © 2006 - 2020 Siberianidilady.it