Le varianti di colore dei siberiani

Spesso sui siti che trattano dei colori dei gatti o sui documenti denominati pedigree, si leggono parole inglesi che indicano il colore del gatto. Non tutti hanno chiaro che cosa vogliano dire e quindi cercherò di stilare una guida il più semplice possibile, senza addentrarmi in argomenti di genetica che risulterebbero noiosi e difficili per molti. Questo articolo non vuole assolutamente essere esaustivo né completo, solo una base di partenza per cominciare a capire qualcosa da parte dei “profani”.

IL COLORE

Innanzitutto bisogna sapere che i colori dai quali derivano tutti gli altri sono soltanto due, il rosso e il nero. Tutte le varianti che possiamo trovare (più o meno rare) saranno quindi: combinazioni di più colori, diluizioni o mutazioni di rosso e nero, presenza o meno dei cosiddetti pattern  (disegni del mantello).

Occupiamoci di capire come il colore del manto del gatto che si percepisce ad occhio nudo sia reso da piccole variazioni nella colorazione del singolo pelo; ovvero ogni pelo del gatto può essere pigmentato con densità e colori diversi. Che cosa vuol dire che il gatto ha il gene Agouti (dominante) o non agouti (recessivo)? Sono termini spesso citati in articoli sulla genetica del colore dei gatti, vediamo di spiegare cosa vogliono dire.

non agouti

Per non Agouti si intende quando all'occhio umano il gatto è di colore solido, cioè di un colore unico e uniforme. Ogni singolo pelo quindi sarà interamente pigmentato lungo tutta la sua lunghezza, dalla radice alla punta.

agouti

Per Agouti invece si intende quando il gatto presenta delle striature e cioè il singolo pelo è formato da diverse bande di colori chiare e scure alternate.

SMOKE, SILVER E GOLDEN

Un altro caso in cui la colorazione del singolo pelo diventa determinante è quello dei manti argentati, nei quali la base del pelo è quasi bianca e diventa di colore sempre più intenso verso la punta.

Questa particolare variante di colore è data da un gene che inibisce la formazione del colore. Quindi questi mantelli avranno la base del pelo color argento (quasi bianco) e il resto del pelo fino alla punta di un altro colore.

Lo smoke indica che il pelo è alla base color argento e si scurisce sempre di più fino a raggiungere la sua massima densità alla punta, inoltre lo smoke non presenta il motivo Tabby, cioè le striature.

Il silver è simile allo smoke ma la parte pigmentata sulla punta è di dimensione inferiore e presenta invece le striature Tabby.

Smoke

SMOKE

Alla base del pelo il colore è argenteo fino ad un terzo della sua lunghezza.

black smoke

silver tabby

SILVER TABBY

A partire dalla base del pelo che è argentea si alternano le bande colorate fino alla punta.

black silver

silver shaded

SILVER SHADED

La parte argentea è di circa due terzi del pelo e questo da un effetto sfumato.

silver shaded

chinchilla

CHINCHILLA

Questo nome che ricorda quei buffi animaletti indica che la parte argentea ricopre la maggior parte del pelo, il colore si ritrova su un terzo della sua lunghezza verso la punta.

chinchillà

golden

GOLDEN

In questo caso il fusto del pelo è colorato sulla punta e alla base presenta una tinta color oro tendente al pesca.

golden

LE DILUIZIONI

Avevamo parlato dei due colori dai quali derivano gli altri per “diluizione”, ricordate?

Chiariamo cosa si intende per diluizione: in pratica è qualcosa di simile all'aggiungere del bianco al nostro barattolo di tempera colorata, viene diluito e quindi schiarito. Parlando del colore del pelo, si parla quindi di differenza di densità del colore di ogni singolo pelo, il nero ha la massima densità mentre il blu ha una densità minore e viene percepito dall'occhio umano come un grigio.

Ecco le diluizioni più comuni:

COLORE

SUA DILUIZIONE

Black (nero)

black

Blue (blu)

blue solid

Red (rosso)

red

Cream (crema)

cream

Mutazioni del gene black (nero) danno vita al Chocolate e al Cinnamon. Il Chocolate è un colore tendente al marrone scuro, il Cinnamon va dal terracotta al siena bruciato. Non sono colori ammessi per i siberiani.

Una mutazione del gene che stabilisce la Densità produce il Blue (grigio, diluizione del black), Lilac (lavanda, diluizione del Chocolate) e Fawn (caramello, diluizione del Cinnamon). Il Lilac e il Fawn non sono ammessi per i siberiani.

Il  rosso ha la diluizione Cream (color cuoio).

COMBINAZIONI

In un gatto che non sia Solido (cioè di un solo colore) possiamo trovare delle combinazioni dei colori citati precedentemente, che potranno essere tutti comprensivi di striature. Vediamo i più comuni ammessi dallo standard dei siberiani.

COMBINAZIONE

DESCRIZIONE

Bicolore

IMG_0512

Un colore solido combinato con il bianco

 

Tartaruga

IMG_0511

Combinazione di nero e rosso

Tricolore

PA040023

Combinazione di nero, rosso e bianco

Colourpoint o Point

IMG_3901

Corpo chiaro, zampe orecchie e coda scuri

E' la caratteristica dei siberiani Neva Masquerade, che devono anche avere gli occhi azzurri o blu intenso.

PATTERN

Tutti i gatti che hanno striature avranno il gene Agouti. Non ci addentriamo oltre e vediamo i più tipici disegni del mantello felino.

PATTERN

DESCRIZIONE

Classic Tabby

blotched

Detto Blotched indica le striature su zampe e schiena che formano in alcuni punti dei cerchi, disegno marmorizzato

 

Mackerel Tabby

mackerel

Linee continue e senza interruzioni strette sul collo, disegno tigrato

 

Spotted

spotted

Motivo a macchie circolari

Una particolarità del siberiano è la variante di colore Neva Masquerade, il mantello del gatto dovrà essere Point, cioè orecchie coda e zampe di colore scuro e il resto del corpo chiaro. Il point si può presentare in diverse varianti, potrà essere Blue Point, Seal Point, Red Point , potrà avere il tabby e la variante “con bianco” cioè i cosiddetti guantini bianchi. Quindi potremo avere ad esempio un Red tabby point and white, o un Blu tabby point , ecc...

 

Spero che questa mini guida sia stata utile, se avete bisogno di consigli scriveteci pure.

 

TOP